compliance fiscale: comunicazione delle normativa FATCA

Il provvedimento contiene le disposizioni attuative del decreto del Ministro delle finanze del 6 agosto 2015 di attuazione della legge 18 giugno 2015, n. 95 di ratifica dell’Accordo tra il Governo degli Stati Uniti d’America e il Governo della Repubblica italiana finalizzato a migliorare la compliance fiscale internazionale e ad applicare la normativa FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) e del provvedimento del Direttore dell’Agenzia n. 106541 del 7 agosto 2015.

compliance fiscale

Nel provvedimento è indicato il termine per la comunicazione delle informazioni relative all’anno 2015. L’Accordo intergovernativo Fatca (Foreign Account Tax Compliance Act) prevede uno scambio automatico di informazioni finanziarie tra Italia e Stati Uniti per contrastare l’evasione fiscale realizzata da cittadini e residenti statunitensi mediante conti intrattenuti presso istituzioni finanziarie italiane e da residenti italiani mediante conti intrattenuti presso istituzioni finanziarie statunitensi.

Per questo, banche, società di gestione del risparmio e di intermediazione, assicurazioni vita e altre entità finanziarie devono trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai titolari statunitensi dei conti e ai conti stessi, compresi gli importi dei pagamenti corrisposti a istituzioni finanziarie non partecipanti (NPFI) entro il 15 giugno 2016.

FATCA: testo accordo Italia-USA del 10/01/14

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il testo dell’accordo firmato il 10 gennaio 2014 tra Italia e Stati Uniti, che definisce le procedure necessarie per rendere operativo l’Accordo intergovernativo (IGA), relativo alle modalità tecniche dello scambio previsto dalla normativa FATCA.

Il presente accordo definisce le modalità e le procedure da applicare per adempiere agli obblighi riguardanti lo scambio automatico d’informazioni secondo quanto stabilito nell’ambito dell’IGA da entrambe le autorità. In particolare, le informazioni da scambiare tra le due amministrazioni sono fornite dalle istituzioni finanziarie italiane o statunitensi tenute alla comunicazione (banche, società di gestione del risparmio e di intermediazione, assicurazioni vita e altre entità finanziarie).

fatca-USA

Ad ogni istituzione finanziaria, che provvede alla registrazione, viene rilasciato un numero identificativo globale, “GIIN” e l’IRS (l’equivalente dell’agenzia delle entrate italiana per gli Stati Uniti) si impegna a trasmettere annualmente all’Italia la lista delle istituzioni finanziarie italiane registrate (“FFI list”). Inoltre Entrate e IRS hanno previsto specifiche misure di protezione dei dati e una procedura ad hoc sia nel caso siano rilevati errori amministrativi o altri errori minori, sia nel caso di gravi non conformità.

Obblighi di segnalazione FATCA con USA

Consultazione pubblica sull’anticipazione delle specifiche tecniche e delle modalità di trasmissione delle informazioni, in attuazione dell’Accordo tra il Governo degli Stati Uniti d’America e il Governo della Repubblica italiana finalizzato a migliorare la compliance fiscale internazionale e ad applicare la normativa FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act).

Al fine di ottemperare agli adempimenti di trasmissione dei dati all’IRS (Internal Revenue Service) statunitense, le istituzioni finanziarie italiane tenute alla comunicazione dovranno trasmettere all’Agenzia delle entrate i dati sul titolare statunitense del conto e sul conto stesso, compresi gli importi dei pagamenti corrisposti a istituzioni finanziarie non partecipanti.
In attesa del completamento dell’iter parlamentare, l’Agenzia delle Entrate espone i requisiti tecnici, i tracciati record e le prescrizioni di sicurezza al fine di consentire ai soggetti obbligati di predisporre le procedure informatiche per l’elaborazione e la trasmissione dei dati.
In particolare nella bozza del decreto ministeriale vengono indicati i soggetti obbligati alla comunicazione, i dati da trasmettere e viene altresì previsto che il Direttore dell’Agenzia delle Entrate con un provvedimento definisca le specifiche tecniche e le modalità di trasmissione dei dati.

In relazione ai predetti documenti si precisa quanto segue:
Canale telematico: il canale telematico individuato dall’Agenzia per la trasmissione dei file da parte dei soggetti obbligati è l’infrastruttura informatica S.I.D. (Sistema di Interscambio Dati), secondo le modalità indicate nei punti 5 (“Modalità di comunicazione”) e 6 (“Predisposizione del file da trasmettere”) del provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 25 marzo 2013, prot. n. 37561 intitolato “Modalità per la comunicazione integrativa annuale all’archivio dei rapporti finanziari”;
– Tracciato record: il tracciato record è contenuto nello schema XSD allegato ed è basato quasi totalmente sul tracciato “FATCA XML”. Tra i dati da comunicare occorre comprendere anche il codice fiscale italiano, ove disponibile, di ciascun soggetto interessato dalla comunicazione;
– Istruzioni operatori: le istruzioni agli operatori finanziari contengono le regole per la compilazione del tracciato record.