Vigilanza EU – Nuovi assetti istituzionali

I nuovi assetti istituzionali della vigilanza europea sul mercato finanziario e il sistema bancario.

La Consob ha pubblicato un documento che introduce i nuovi assetti istituzionali previsti per la vigilanza europea per il mercato finanziario ed il sistema bancario. Il quaderno, analizza l’evoluzione del contesto europeo degli ultimi anni, strutturandosi in quaderni di finanza; discussion papers; quaderni giuridici e position papers.

Il documento, partendo da un’analisi della situazione attuale europea, intende proporre nuovi temi di confronto all’interno dell’ambito finanziario.

All’interno dei position papers nello specifico, la Consob propone alcune novità in relazione alla regolazione finanziaria; al ruolo delle National Competent Authorities; al Single Supervisory Mechanisme e la creazione del Capital Markets Union.

Obblighi informativi delle SGR e degli organismi di investimento colletivo

Documento di consultazione: Razionalizzazione delle segnalazioni dei gestori e degli OICR alla Banca d’Italia e alla CONSOB e ulteriori interventi di adeguamento della normativa segnaletica.

Banca d’Italia e Consob, con il documento che hanno sottoposto a consultazione pubblica, intendono apportare alcune modifica alla previgente disciplina inerente agli obblighi informativi, volti a realizzare una maggiore razionalizzazione dei flussi informativi, ed un adeguamento del sistema alle novità normative introdotte tanto nell’ordinamento europeo quanto in quello nazionale. Banca d’Italia e CONSOB con la consultazione proposta intendono apportare una serie di modifiche all’attuale disciplina prevista per gli obblighi informativi.

Nello specifico, in relazione alle circolari della Banca d’Italia, sono previste quali modifiche: la previsione di una frequenza ridotta per le segnalazioni per gli intermediari di dimensioni minori, l’introduzione di nuovi dettagli informativi, eliminazione di alcune voci relative all’operatività dei fondi, l’introduzione di nuovi obblighi segnaletici per le SICAF e infine l’istituzione di un’informativa per EUVECA e EUSEF.

Per quanto concerne invece la Delibera CONSOB n. 17297 del 28 aprile 2010, sono stati proposti: l’eliminazione delle segnalazioni a carico di SGR/SICAV già inviate alla Banca d’Italia e delle segnalazioni inerenti a informazioni facilmente reperibili da database o informazioni già in possesso dell’istituto, mentre per i gestori di OICR, l’eliminazione delle segnalazioni relative ai prodotti di private equità ma l’estensione dall’altra delle segnalazioni documentali relative agli OICR di diritto italiano.