L’attuale contesto in cui gli intermediari finanziari operano è caratterizzato da un incremento della quantità delle normative di riferimento, oltre ad un aumento della loro complessità e pervasività/impatto all’interno della Banca.

In questo contesto, le Banche hanno la necessità di strutturare un processo di gestione della Compliance che consenta di intercettare i cambiamenti normativi ed individuare, e definire, gli impatti sui processi operativi dell’organizzazione (tramite l’individuazione degli  adempimenti-requisiti normativi).

In considerazione della complessità e della mutevolezza del contesto, appare opportuno dotarsi di strumenti e metodologie adeguati per affrontare  in maniera efficace la gestione della Compliance.

Uno strumento capace di fornire un aiuto efficace e durevole in tale ambito è VP Compliance. Infatti, VP Compliance è uno strumento di Governance, Risk and Compliance che permette di gestire i rischi collegati agli adempimenti normativi in carico ad una Banca.

Il tool permette di raccogliere, in modo strutturato, tutte le fonti normative che interessano la Banca e, rispetto a ciascun ambito normativo, permette di identificare e gestire l’insieme di rischi, azioni di mitigazione, compliance test e anomalie riscontrate. Lo scenario normativo è in continuo cambiamento e il rispetto delle regole è un requisito per qualsiasi organizzazione che voglia stare sul mercato. La tecnologia, attraverso piattaforme tecnologiche personalizzabili, come il VP Compliance, contribuisce a ridurre il rischio e le responsabilità legate alla conformità normativa.

All’interno dello strumento è possibile censire la struttura organizzativa della Banca e l’insieme dei processi di cui è composta, collegando tali entità ai rischi precedentemente descritti e alle azioni di controllo poste in essere.

A seguito della definizione e alimentazione della sezione di anagrafica (sezione ad albero), è possibile rappresentare i dati inseriti, tramite la “Tabella di Conformità”. Essa, infatti, può essere definita come una rappresentazione matriciale dei diversi elementi che il tool è in grado di racchiudere e gestire al proprio interno, tramite apposite relazioni scritte dall’utente.

In sintesi, l’applicativo è stato ideato e realizzato con l’intento di ripercorrere step by step il monitoraggio e la valutazione dei rischi di non conformità.

Infatti la forma matriciale di rappresentazione dei contenuti prevede diverse macro aree di riferimento:

  • Parte generale: sezione dedicata all’identificazione normativa di riferimento collegata ad eventuali normative secondarie ed eventuali sanzioni applicabili in caso di mancata conformità;
  • Valutazione del rischio: sezione dedicata al prima valutazione del rischio di non conformità già identificato all’interno dei particolari processi banca;
  • Identificazione dei controlli: sezione dedicata all’identificazione dei controlli che l’intermediario pone in essere al fine di ridurre la probabilità di accadimento dei rischi precedentemente identificati;
  • Valutazione efficacia dei controlli: sezione dedicata all’identificazione ed esecuzione di test circa l’effettiva correttezza e funzionalità dei controlli di cui sopra.

In conclusione, la particolare flessibilità del tool permette allo stesso di essere interfacciato ed integrato con diverse tipologie di applicativo. Un esempio è quello relativo alla possibilità di utilizzare specifici Software di Business Intelligence che permettono di rappresentare i dati e le valutazione dei rischi, contenuti nel Vp Compliance, nei più svariati cruscotti di reporting utilizzati al fine di redigere agevolmente le relazioni che la funzione deve riportare ai rispettivi organi interni.

Per ulteriori informazioni circa il servizio offerto da VP è possibile richiedere un’appuntamento mediante i riferimenti presenti nella pagina Contatti.