Vigilanza bancaria e finanziaria – Servizi di investimento – MIFID2-MIFIR

Banca d’Italia ha posto in consultazione uno schema di disposizioni, volte a completare l’adeguamento del quadro normativo italiano al pacchetto MiFID2/MiFIR nelle materie assegnate alla competenza esclusiva della Banca d’Italia. Lo schema di disposizioni modifica e integra la disciplina vigente e provvede a un riordino dei provvedimenti che attualmente disciplinano gli obblighi degli intermediari che prestano servizi e attività di investimento e di gestione collettiva del risparmio in queste materie.

Lo schema di disposizioni si compone delle seguenti parti:
– Parte I, contenente un nuovo regolamento della Banca d’Italia che disciplina gli obblighi degli intermediari che prestano servizi e attività di investimento e gestione collettiva del
risparmio in materia di: governo societario e requisiti generali di organizzazione, compresi i
sistemi interni di segnalazione delle violazioni; sistemi di remunerazione e di incentivazione;
continuità dell’attività; organizzazione amministrativa e contabile, compresa l’istituzione delle funzioni di controllo della conformità alle norme, gestione del rischio dell’impresa, audit
interno; responsabilità dell’alta dirigenza; esternalizzazione di funzioni operative essenziali o
importanti; deposito e sub-deposito dei beni della clientela;
– Parte II, contenente le modifiche alle disposizioni della Circolare n. 285/2013 sull’autorizzazione alla prestazione di servizi di investimento da parte delle banche italiane, nonché sulla prestazione di tali servizi da parte di banche estere in Italia e di banche italiane all’estero (c.d. operatività transfrontaliera).

 

Documento per la consultazione

Attuazione del pacchetto MIFID2/MIFIR
Disposizioni della Banca d’Italia di attuazione del TUF