Brexit – Decreto Brexit – Aggiornamento istruzioni per gli operatori


Con la Comunicazione in questione Consob ha aggiornato la propria Comunicazione n. 7 del 26 marzo 2019 che specifica gli adempimenti in capo agli intermediari britannici operanti in Italia e a quelli italiani operanti nel Regno Unito, derivanti dal Decreto legge n. 22 del 25 marzo 2019 (c.d. Decreto Brexit).

In particolare, l’aggiornamento consegue alla conversione, con modificazioni, del decreto recante il regime transitorio, adottato dal Governo in materia di hard Brexit, ovvero di uscita del Regno Unito dall’Unione Europea in assenza di un accordo, intervenuta con Legge 20 maggio 2019, n. 41, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 24 maggio 2019. Dall’aggiornamento non conseguono nuovi oneri per gli intermediari che prestano servizi e attività di investimento né modifiche degli schemi allegati alla Comunicazione. Restano, pertanto, valide le notifiche, le istanze e le comunicazioni già inviate. Gli intermediari dovranno trasmettere esclusivamente eventuali variazioni e/o aggiornamenti delle informazioni e dei dati in precedenza resi noti, nonché rendere edotti i propri clienti. In ultimo si evidenzia che, in ragione della intervenuta adozione della sopra richiamata Legge di conversione, la Comunicazione n. 4 del 14 marzo 2019, in materia di mercati, deve ritenersi superata.

 

Comunicazione Consob 1 agosto 2019 n. 10